Non sempre

di “TheAubergine”

Non sempre uno nella vita ci capisce di politica. Da bambino ad esempio la politica per me era quella roba per cui s’addannavano i grandi, che dicevano che uno schifo così non lo avevano mai visto e che la magnacceria degli anni ’80 era il fondo e lo stavano raschiando. Io in quel periodo disegnavo i miei primi simboli politici sugli aereoplani di carta e sui quaderni. Ero molto figo. Mi sembrava sensatissimo abbinare la falce e il martello con la svastica, o la celtica con la A di anarchia.
Poi gli anni ’90, lo spettro del voto che si avvicinava, gli ideali imprescindibili e lo schieramento incondizionato per il partito, mentre gli adulti si agitavano a discutere su chi avrebbe risollevato questa Italia smascherata da tangentopoli, che uno schifo così non l’avevano mai visto, che sembravano tutti sicurissimi di riuscire a voltare pagina, sentivano che era la loro occasione di sistemare le cose. A scuola mi era rimasta quella falce e martello da marcarci i muri e quel nazionalismo da odiare perché ostentato da chi il tricolore lo usava come toppa per il giubbotto. Poi un giorno studi la Resistenza e scopri che l’Italia è anche tua, non è un sistema da combattere, nè un  amore di cui vergognarsi. Perché se l’Italia la dai in gestione ad altri e li lasci fare per anni, arriva il giorno che quelli l’Italia se la pigliano.
Oggi l’adulto che s’addanna sono io, che uno schifo così non l’ho mai visto, che l’Italia pare se la siano presa e se la stanno vendendo, ché io sono stato troppo indaffarato con altre cose, con la casa, col lavoro e col crescere i figli. Quei figli a cui cerco di far capire che un giorno, per loro, darò la vita.

[Violamelanzana]

__________
TheAubergine
Nasce a Roma a fine anni ’70 smentendo così chi dubitava del suo coraggio. Sviluppa un senso dell’umorismo tale che ogni cosa che scrive o dice risulta subito simpatica e tutti la trovano divertente e ridono e ridono e però che palle se per una volta vuoi dire una cosa seria. Odia i giochi di parole, perde sempre.

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 2. Inediti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...