Piazza dei Martiri

di Caterina Imbeni “grushenka”

Il 16 agosto del 1944 è un mercoledì. Il giorno prima, a Cibeno, è stato ucciso il console della milizia Filiberto Nannini. La salma viene subito trasportata in Duomo per le esequie solenni. Intanto tra Carpi, Migliarina e Rio Saliceto vengono rastrellate un centinaio di persone, a caso. Sedici di questi ostaggi vengono portati in piazza Vittorio Emanuele, verso sera. Otto cittadini e otto partigiani fatti scendere dagli autocarri e disposti su due file, davanti al Castello. I giovani delle Brigate Nere aprono il fuoco. La piazza, poi, cambierà nome: Piazza dei Martiri.

cippo Piazza dei Martiri

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 3. Documenti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...