Non è la guerra

di Massimiliano Zulli “UomoMordeCane”

Non è la guerra che temo.
Guerra è una parola,
priva di forza,
vuota nello spirito.

Ciò che temo è
l’odio sprezzante
le miserie sui deboli,
la cecità dell’anima.

Temo gli ottusi generali
sollevar calici di rosso lacrimanti,
svastiche in cuore,
fiamme negli occhi,
a scavare fosse ad eserciti di disperati.

Temo la sconfitta di ogni speranza,
i proclami di indifferenza,
l’ideologia di cera.

Temo il disfarsi di ogni certezza,
l’arrancare dietro il quotidiano,
quando il privilegio è vivere.

Temo i sogni di giochi infranti,
l’infanzia rubata da mani più grandi,
mani sporche
di infami con demoni in bocca.

Temo l’orrore di piccole bare bianche,
allineate sotto le urla di madri morenti,
ma di più l’uomo che le racconta
col sorriso sulle labbra.

Temo il giorno in cui lampi neri oscureranno la Luce,
fiaccando le forze di questo bambino,
fortunato, sì,
per non aver avuto il tempo di indossare le vostre divise.

Gioca ancora tesoro,
va tutto bene, ci sono io…

Gioca

[uomo morde cane]

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in ebook 2010. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...