Italo Tibaldi

via trivigante e la tregenda

“dare una visuale più ampia, neppure suggestiva, neppure emozionale, non mi interessa l’emozione, mi interessa quel poco di emozione che serve ad entrare in argomento dopo di che il giovane deve sapere lui leggere e vedere, capire, se è così lui stesso diventa un testimone perché porta avanti quello che ha visto, non quello che gli ho detto io.”

Italo Tibaldi fu staffetta partigiana, fu oggetto di delazione e fu deportato a Mauthausen ed Ebensee. Qui i nazisti costruivano, nelle gallerie scavate a prezzo della morte dei detenuti, missili intercontinentali. Fu lì che Tibaldi fece parte del Comitato di Resistenza clandestino all’interno del campo. Sopravvisse perché i detenuti del campo si ribellarono quando i nazisti vollero costringerli a entrare nelle gallerie per farle saltare con l’esplosivo. Una volta tornato, fece della testimonianza il senso della propria esistenza e, tra l’altro, scrisse un bel libro, Compagni di viaggio: dall’Italia ai lager nazisti. I trasporti dei deportati (1943-1945), Milano, 1994.

Questo è il suo racconto. Buon ascolto (dura 1h38′).
Italo Tibaldi – testimonianza della deportazione

(Il merito è del Comune di Nova Milanese, che ha creato un preziosissimo archivio per raccogliere le testimonianze dei deportati. Si trova qui. Grazie.)

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 3. Documenti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Italo Tibaldi

  1. Pingback: Italo Tibaldi | Schegge di Liberazione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...