Il calendario della memoria civile: Luglio

di trivigante e la tregenda

1 Luglio 1944

  • A Castellarano (Reggio Emilia) per vendicare la morte di due camerati, vengono bruciate cinque case e uccisi tre civili.

2 Luglio 1944

  • A Crespadoro (Vicenza) venti civili, tra cui sette donne, vengono fucilati dai tedeschi.

4 Luglio 1944

  • A Castelnuovo dei Sabbioni e Meleto (Arezzo) reparti della divisione Göring in ritirata sterminano duecento civili, per bonificare il territorio: i cadaveri vengono ricoperti di mobili e materiale infiammabile e bruciati.

8 Luglio 1944

  • A San Pietro Bussolino (Vicenza) dieci civili vengono uccisi a seguito di diversi rastrellamenti.

9 Luglio 1944

  • A Bucine (Arezzo) i tedeschi accerchiano il castello di San Leonino, radunano la popolazione in piazza e poi fucilano nove civili.

12 Luglio 1944

  • A Castiglion Fibocchi (Arezzo) ventisei civili vengono fucilati in rappresaglia per l’uccisione di un soldato tedesco e per l’incendio di un camion.
  • A Cibeno (Modena) su ordine del comando supremo tedesco in Italia settantasette, prigionieri del campo di Fossoli vengono fucilati, presumibilmente per eliminare prigionieri nel momento in cui il fronte si stava attestando in zona.
  • A Offagna (Ancona) un reparto tedesco in ritirata stermina i cinque componenti di una famiglia, con l’accusa di aver fatto segnalazioni al nemico.

14 Luglio 1944

  • A San Paolo (Arezzo) cinquanta civili, tra cui una donna incinta e un’altra con un neonato, vengono fucilati dai tedeschi.

16 Luglio 1944

  • A Staggiano (Arezzo) sei civili fucilati in rappresaglia per il ferimento di un soldato tedesco.

19 Luglio 1944

  • A Montemignaio (Arezzo) i tedeschi fucilano otto civili ed evirano un ragazzo di quattordici anni.
  • A Borgosesia (Vercelli) un’unità mista di tedeschi e fascisti fucila dieci civili in località Rozzo e cinque in località Lovario.

21 Luglio 1944

  • A Massa Marittima (Pisa) i tedeschi violentano una donna e la squartano dalla bocca allo stomaco.
  • A San Maurizio Canavese (Torino), per vendicare la morte di un commilitone, i tedeschi bombardano il paese: muoiono tre civili, tra cui una bambina di tre anni.

22 Luglio 1944

  • A Querceta (Lucca) la famiglia Boscherini, cinque persone tra cui un bambino di due anni, viene sterminata da tre SS.

23 Luglio 1944

  • A Buti (Pisa) in località Piavola vengono uccisi dai tedeschi diciotto uomini tra i sedici e i sessantadue anni.
  • A Pratovecchio (Arezzo) un contadino, Angelo Ceccarelli, per difendere la figlia dalle violenze di un gruppo di tedeschi, viene bruciato vivo nella sua casa.
  • A Molinella di Veggio e Manfolle (Bologna) vengono uccisi dai tedeschi diciassette civili, sette nella prima località e dieci nella seconda.

25 Luglio 1944

  • A Montemignaio (Arezzo) senza apparente motivo ventitre civili vengono rinchiusi in una stanza dai tedeschi e massacrati con bombe a mano.

26 Luglio 1944

  • A Pievequinta (Forlì) dieci civili rinchiusi nel carcere di Forlì vengono fucilati dai tedeschi in rappresaglia per la morte di un caporale tedesco.

30 Luglio 1944

  • A Modena, venti civili prelevati dalle carceri vengono massacrati a raffiche di mitra dai tedeschi in rappresaglia per il ferimento di un milite di Salò e di un soldato tedesco.
  • A San Donato Fabriano (Ancona) tredici civili muoiono saltando sulle mine lasciate dai tedeschi in fuga.
  • A Montecchio e Bolca (Verona) quattordici civili vengono fucilati per rappresaglia dai tedeschi a seguito della morte di alcuni soldati.

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in 3. Documenti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...